Compral

News


SUCCESSO DI ALLEVATORISSIMA, LA FESTA DEI FRISONISTI.

Allevatorissima 2016: consegna premio Italialleva a Enrico Scimone

Consegnato il premio Italialleva 2016 a Enrico Scimone, dirigente Ferrero


CUNEO. Allevatorissima 2016 si conferma come vera festa del “mondo latte”. La parata dei frisonisti è andata in scena nella serata di giovedì 24 novembre alle Cupole, presenti tutti i big del settore salutati dal sindaco di Cavallermaggiore Davide Sannazzaro. Protagonista principale di quest’anno il dottor Enrico Scimone, responsabile per il gruppo Ferrero degli acquisti di latte e derivati, al quale è stato assegnato il premio Italialleva 2016. Al suo fianco Ambrogio Invernizzi, patron dell’Inalpi di Moretta, i vertici dell’Arap con il presidente Roberto Chialva e il direttore Tiziano Valperga, il presidente della cooperativa Compral latte Raffaele Tortalla con il direttore Bartolomeo Bovetti.

Soddisfatti gli organizzatori, che fanno capo alla sezione Frisona dell’Arap e Apa guidata dal presidente Livio Diale, che ha ringraziato i numerosi partecipanti e gli sponsor della manifestazione.  “Allevatorissima – ha affermato Diale – si dimostra un momento importante per i produttori, la zootecnia e l’agricoltura piemontese”.

Nel corso del galà animato dall’orchestra Marianna Lanteri e da una ricca lotteria, si è tenuta la cerimonia di premiazione Italialleva. La scelta è caduta sul dirigente Ferrero che ha avuto un ruolo di primo piano nella costruzione della filiera del latte piemontese, con la realizzazione delle torri del latte Inalpi a Moretta e la concomitante nascita della cooperativa Compral Latte. In particolare la motivazione del Premio sottolinea  che “i successi si misurano sempre con la capacità e la volontà degli uomini, e gli uomini sono stati determinanti specie nella fase iniziale quando tutto era da immaginare e da progettare. Il dottor Enrico Scimone è stato un protagonista, ha rappresentato le attese dell'azienda dolciaria Ferrero. Con l’azienda Inalpi, Scimone ha costruito il rapporto con gli allevatori e lo ha interpretato in modo costruttivo anche sul piano più strettamente commerciale avviando un collegamento funzionale con il mondo universitario a cui è stato dato l'incarico di realizzare il modello di calcolo del prezzo indicizzato.”

Nella serata lo storico direttore dell’Apa di Cuneo, Meo Bovetti, con un gustoso siparietto ha ufficializzato il passaggio di consegne al dottor Tiziano Valperga, che con il ridisegno del sistema allevatoriale piemontese ha ora le redini dell’associazione regionale. Bovetti lo ha fatto citando il suo poeta preferito, Nino Costa, il “contemplatore delle nuvole” e la poesia intitolata appunto “Nivole”, che invita a guardare in alto. 

Torna indietro