Compral

News


La razza bovina Piemontese Ieri & oggi: il Libro Genealogico

E' l'aprile 1908. Nella relazione ai colleghi della Commissione per il miglioramento zootecnico, Giovanni Vassotto, direttore tecnico delle stazioni del Comizio Agrario di Cuneo (essendo presidente Emanuele Soleri), illustra "l'istituzione del Libro genealogico per la razza bovina indigena pel Circondario di Cuneo".

A tal fine "verranno registrati capi distinti per sesso, in appositi elenchi, i maschi a dodici mesi e le femmine a diciotto... Per i capi destinati a vacche e tori, la scelta ultima o di collaudo si farà a un anno compiuto, con scrupolosi criteri di scelta...

I capi inscritti nel libro di razza, per dovere concorreranno, salvo legittimo impedimento, alle mostre bandite dal Comizio Agrario, o da altri enti sotto l'auspicio di esso".   


 

Torna indietro