Compral

News


COMPRAL CARNI e COMPRAL LATTE: due cooperative e una casa comune per 450 allevatori che insieme fatturano oltre 80 milioni

CUNEO. La festa in famiglia della Compral che martedì 17 ha celebrato i 10 anni di attività della coop Latte, si è completata giovedì 19 dicembre con l'assemblea della coop Carni. Entrambi gli eventi hanno avuto come cornice l'hotel dei Tigli di Cussanio, dove i rispettivi vertici presieduti da Raffaele Tortalla (Compral Latte) e Roberto Chialva (Compral Carni) hanno tracciato un bilancio del lavoro svolto assieme ai circa 450 soci allevatori-produttori, guidati dal direttore Bartolomeo Bovetti, per un fatturato complessivo superiore agli 80 milioni di euro. 

 Compral sta per “Commercializzazione prodotti allevamenti”, ed è una società cooperativa agricola a mutualità prevalente il cui atto costitutivo risale al 24 dicembre 1981. Dalla nascita di quel movimento di valori ideali e buone pratiche produttive, promosso dall'allora Apa di Cuneo, è trascorso quasi un quarantennio in cui la zootecnia ha cambiato radicalmente volto, diventando un comparto in linea con i più avanzati standard europei, capace di rispondere alle sfide del mercato globale e alle crescenti esigenze dei consumatori.

 “Il dato più importante - sottolinea Roberto Chialva, presidente anche dell'Arap - è aver mantenuto la dimensione della grande famiglia in cui ogni socio è protagonista attivo e partecipe. La nostra forza è credere in quello che facciamo cercando di farlo al meglio delle nostre capacità”.

I numeri non dicono tutto ma danno il senso di uno sviluppo societario e produttivo che ha cadenze da record. Così come Compral Latte in dieci anni è passata da cento allevatori a 225, e da mille quintali di prodotto giornalieri a una raccolta media di 4100 quintali destinati alla filiera Inalpi-Ferrero, Compral Carni si conferma il primo player della razza Piemontese, con circa 220 soci e 11 mila capi macellati nel laboratorio al Miac. Oggi la carne di Fassone è apprezzata e ricercata in tutta Italia (grazie anche alle partecipate e alla linea Fassoneria sviluppata ora assieme a Coalvi) e conquista nuove piazze all'estero.

“Non dobbiamo pensare - osserva il direttore Compral Bartolomeo Bovetti - che i risultati raggiunti siano acquisiti per sempre e non possano che migliorare. Certamente noi lavoriamo per una crescita equilibrata e costante, ma che tenga conto della sostenibilità nei nuovi scenari di salvaguardia ambientale, ottimizzando le buone pratiche di allevamento e di produzione. Tutto questo avendo a che fare con un mercato schizofrenico, difficilissimo da prevedere e programmare, dove il fattore qualità è sopravanzato da una richiesta di sconti e promozioni che spesso costituiscono il solo parametro per mantenere le commesse. In ogni caso – puntualizza Bovetti – noi non possiamo prendere scorciatoie, abbiamo un nostro modello e dobbiamo continuare a fare le cose per bene. E' una lotta dura che impone di non mollare mai, e anzi di rilanciare con sempre nuovi investimenti”.

 Sul piano operativo si sta realizzando la nuova sede Compral Latte accanto al laboratorio di Compral Carni, che sarà inaugurata a fine marzo 2020. La struttura consentirà di ristrutturare uffici e servizi di entrambe le cooperative, con una migliore distribuzione del personale.

Torna indietro